#OnTheRoad: le 10 cose da vedere a Genova

Ah, Zena…è la città più bella del mondo, dicono. Ma quanto la conosciamo davvero? Ci siamo mai presi un giorno o più per girarla interamente da capo a fondo, o ci siamo fermati solo alla superficie da veri e propri turisti? Questa lista ve lo dirà! Ecco le 10 cose da vedere a Genova: se le conoscete tutte, allora 30 e lode.

 

 

La Lanterna – da sempre il simbolo del capoluogo ligure. Alta 77 metri, la storica torre sorge sui resti di una collina di 40 metri per cui si trova a circa 177 metri sul livello del mare. Nata per segnalare alle navi l’ingresso nel porto ma anche per controllarne il movimento al suo interno, la torre fu costruita nel Trecento sul sito dove già dal 1128 esisteva un faro funzionante con un sistema a legna (i falò). Annesso alla torre sorge il Museo della Lanterna, un museo multimediale dedicato alla città e al territorio provinciale, raggiungibile con una passeggiata di circa 800 metri che dal Terminal Traghetti costeggia le vecchie mura fino al faro.

 

 

Il Borgo Marinaro – il villaggio dei pescatori di Boccadasse. Se capiti a Genova non puoi non andare a Boccadasse, la splendida baia genovese a cui attraccano le piccole caratteristiche barche e in cui si può assaporare un ottimo gelato. Animata sia d’estate che d’inverno, è la spiaggia più romantica della città: un ottimo luogo in cui
portare la vostra dolce metà!

 

 

Il centro storico – il più grande d’Europa e Patrimonio dell’Umanità. Per scoprire il fascino di Genova antica bisogna camminare a piedi ed addentrarsi nei caruggi, i pittoreschi vicoli di origine medievale, e nelle caratteristiche creuze (stradine strette incassate tra i muri), perdersi tra le belle vie fiancheggiate da nobili palazzi e le piazzette armoniose (Piazza delle Erbe, Piazza San Donato) su cui si affacciano chiese antiche (San Donato, San Matteo).

 

 

La casa di Cristoforo Colombo. La dimora si trova nei pressi dei resti del Chiostro del convento di Sant’Andrea, a ridosso di Porta Soprana: su di essa si può leggere la famosa frase ‘Si pacem portans licet has tibi tangere portas’ (se porti pace, puoi toccare la porta). Colombo vi si trasferì all’età di quattro anni insieme alla sua famiglia. Per le sue piccole dimensioni passa spesso inosservata…

 

 

Il museo di Arte Orientale Edoardo Chiossone. A Villetta Di Negro risiede uno dei più interessanti musei di Genova: il museo di Arte Orientale Edoardo Chiossone. Qui sono esposte moltissime opere di diverso genere e provenienza tra Cina, Corea e Giappone. Tra gli oggetti che si possono ammirare troviamo armi, strumenti musicali, tessuti, porcellane e stampe. La villa in cui si trova, inoltre, rappresenta un altro fiore all’occhiello genovese: la sua posizione sopraelevata regala una vista splendida su tutta la città. Da non perdere la cascata!

 

 

L’Acquario più grande d’Italia. L’Acquario è la principale attrazione turistica di Genova. Inaugurato nel 1992 nell’area del Porto antico, quello di Genova è il più grande acquario italiano ed il secondo in Europa, dopo quello di Valencia. Ne avrete sentito parlare fino alla nausea e lo avrete visitato almeno 50 volte: ma diciamolo, l’acquario non stanca mai. Che tu abbia 6 anni, o che tu abbia un figlio di 6 anni, girare tra le vasche e ammirare le diverse specie animali è sempre emozionante. Il mercoledì, inoltre, per i residenti genovesi costa la metà!

 

 

Via Garibaldi e i Musei di Strada Nuova. Inserita tra i beni del Patrimonio dell’Unesco, Via Garibaldi, la Strada Nuova di metà XVI secolo, detta anche la ‘Via Aurea’ per il fasto dei suoi edifici è sede del singolare percorso museale dedicato all’arte antica che collega le tre storiche dimore di proprietà comunale: Palazzo Rosso, Palazzo Bianco e Palazzo Doria Tursi. Nel primo palazzo, dimora seicentesca dei Brignole – Sale, sono conservati gli arredi storici e le collezioni d’arte che la nobile famiglia raccolse in più di due secoli.

 

 

Castello d’Albertis. Il castello d’Albertis, affacciato sul porto dalla collina di Montegalletto, è una dimora storica di Genova, sede del Museo delle culture del mondo di Genova e Museo delle musiche dei popoli. È una delle case-museo più apprezzate del capoluogo ligure e fu in passato dimora del capitano di mare Enrico Alberto d’Albertis. Viaggiando per mare e per terra tra ‘800 e ‘900, il Capitano ha racchiuso nella sua dimora il suo mondo in una cornice romantica a cavallo tra ‘camere delle meraviglie’ e trofei coloniali.

 

 

Spianata Castelletto. Se volete scattare delle belle fotografie per ricordarvi di Genova, non c’è luogo migliore che Spianata Castelletto, chiamata anche Belvedere Montaldo. Raggiungibile con mezzi pubblici, auto o ascensore dedicato, è di incomparabile fascino, specialmente al mattino presto o al tramonto.

 

 

Il cimitero monumentale di Staglieno. Sì, l’idea di visitare un cimitero può sembrare strana e inquietante, ma non potete immaginare la bellezza di questo posto. Esso è infatti uno dei cimiteri monumentali più importati di tutta l’Europa. Provate a cercare su Wikipedia, resterete impressionati:  “Vi sono sepolti figli illustri del capoluogo ligure e altri personaggi famosi tra i quali uno dei padri della Patria italiana, Giuseppe Mazzini, il presidente del Consiglio e partigiano Ferruccio Parri, il compositore della musica dell’Inno d’Italia Michele Novaro, numerosi garibaldini tra i quali Antonio Burlando ed altri che fecero parte della spedizione dei Mille (un campo è a loro dedicato), l’attore Gilberto Govi, il cantautore Fabrizio De André, il pittore Federico Sirigu, la scrittrice Fernanda Pivano, il poeta Edoardo Sanguineti, Constance Lloyd (moglie di Oscar Wilde), Nino Bixio e Stefano Canzio. Per la vastità dei suoi imponenti monumenti funebri è considerato un vero e proprio museo a cielo aperto. Le numerose statue funerarie e cappelle – opere prevalentemente di scultori genovesi – sia pure costruite in stili differenti, restituiscono all’insieme del complesso un importante valore sotto l’aspetto dell’architettura e scultura funebre.”

 

 

In quanti di questi luoghi siete già stati? Per ulteriori suggerimenti guarda anche:

 

Mettete anche un bel like alla pagina Posti nel Mondo!

Giovanna Vittoria Ghiglione