Le 10 curiosità che non sai sulla tua città

Siete certi di conoscere bene la vostra città? Ho deciso che oggi vi metterò alla prova con alcune delle più interessanti curiosità su Genova e Savona. Quale occasione migliore per potervi definire dei veri e propri sapientini? (Se farete i bravi potrò anche mettervi una bella stellina sul vostro sussidiario).

Bando alle ciance, ecco quello che non sai…

GENOVA

“Ciak, si gira!”

Ciak, si gira!

Genova è stata spesso scelta per girare film, video musicali e spot pubblicitari. Solo nel 2013 è stata protagonista di 14 spot e 7 servizi fotografici nazionali ed internazionali. La sua fortuna è iniziata tutta con i Fratelli Lumière che già nel 1912 avevano girato diversi documentari, poi Alfred Hitchcock ambientò nel 1925 Il labirinto della passione. Apparve in seguito come protagonista a livello internazionale con Le mura di Malapaga di René Clément. Di recente il capoluogo ligure ha ospitato personaggi famosi come Nicole Kidman: la bellissima attrice australiana è stata infatti impegnata sul set del film Grace of Monaco di Oliver Dahan, girato all’interno di Palazzo Reale in via Balbi.

“…sempre pronto all’avventura lui è!”

Palazzo Reale

Di chi sto parlando? Ma certo, dell’incorreggibile Lupin! Sapevate che alcune scene del film di Lupin III sono ambientate proprio al Porto Antico di Genova? Il famoso ladro si aggira tra Palazzo San Giorgio e Sottoripa, riconoscibilissima anche grazie alla rappresentazione della Sopraelevata!

Ambo! Tombola! Bingo!

Bingo di Genova

Il gioco del Lotto è l’evoluzione di giochi che risalgono ad antiche civiltà (come Egizi, Romani e Babilonesi). Il lotto come lo conosciamo oggi nasce proprio a Genova a Palazzo Ducale (e non a Napoli come si pensa) e deriva da quello che era chiamato ‘Il Gioco del Seminario’, nel quale si scommetteva sui nomi di cittadini genovesi candidati per merito a cariche pubbliche. Si tentava la fortuna giocando due volte all’anno cercando di indovinare i nomi dei cinque eletti. Ben presto i candidati alle elezioni furono ridotti da 120 a 90 e successivamente i nomi furono sostituiti dai numeri. Le tracce storiche del gioco del Lotto risalgono al 1620: da quell’anno in poi, proprio a Genova, il lotto trovò una precisa regolamentazione, mentre negli altri stati italiani e nello Stato Pontificio questo gioco fu vietato per motivi di ordine morale.

Jeans…che passione!

Jeans

Ormai diventato un must, come direbbe Carla Gozzi, i jeans sono presenti in qualsiasi guardaroba. Lo sapevate che sono stati inventati a Genova? Ebbene sì. Il famoso tessuto blu fu usato inizialmente per fare i sacchi delle vele delle navi e in seguito per i pantaloni dei marinai genovesi che viaggiavano di porto in porto in giro per il mondo. Il nome deriva dalla storpiatura di Gênes, ovvero Genova in francese. Altro che ‘jeans americani’…

The cat is on the table

Bandiera di Genova

Avete fatto caso a quanti turisti anglofoni capitano sempre più spesso dalle nostre parti? Molti decidono di trasferirsi, tanti altri ricordano Genova dopo il ritorno in Inghilterra. Il clima variabile potrebbe essere un fattore in comune, così come la bandiera e il glorioso passato navale. L’influenza inglese è visibile anche per la creazione del Genoa nel 1893 (la prima società di calcio italiana) e dello storico Tennis Club, fondato nello stesso anno. Aggiungerei che anche il carattere del popolo non è molto diverso per quanto riguarda atteggiamenti di diffidenza e chiusura, mentre lo stereotipo dei tirchi in questo caso è attribuito agli scozzesi.

Viva la coccina du Brasiu!

Boccadasse

Cosa hanno in comune Genova e Buenos Aires? (Sì, lo so, è in Argentina). La risposta è Boccadasse! Gli immigrati genovesi che si erano stabiliti fissi in America del Sud avevano dato vita al quartiere di Boca, così come avevano fondato la squadra Boca Junior, il cui soprannome è proprio Xeneizes.

“Punto tutto sul rosso!”

A Genova i numeri civici sono divisi tra i rossi per le attività commerciali e i neri per le abitazioni private. A volte cercare un numero civico diventa veramente complicato e diventa scoraggiante per chi viene da altre città italiane dove questo sistema non esiste.

Bisogno di un prestito?

Palazzo San Giorgio

Nel ‘400 Genova possedeva numerose colonie nel Mediterraneo e le navi che attraccavano al porto erano cariche di merci rare e preziose che venivano rivendute a caro prezzo nel resto d’Italia. Per mantenere commerci e colonie, Genova si era indebitata, così nel 1408 nacque a Palazzo San Giorgio la prima attività bancaria specializzata in prestiti e crediti. La Repubblica di Genova fu spesso costretta a chiedere dei prestiti e, col passare del tempo, il Banco di San Giorgio divenne sempre più potente ed autonoma al punto di prendere direttamente in gestione a livello amministrativo colonie e distretti liguri, diventando praticamente il garante dell’ordine economico e sociale della Repubblica di Genova.

“Per me una pizza ‘pepperoni’ senza peperoni”

Genoa Salami

Nella maggior parte dei supermercati americani si trova il ‘Genoa Salami’, una specie di salsiccia che si trova sugli scaffali tra cheddar e crackers, utilizzatissima nei cocktail party. Inutile dire che tutto è fuorché genovese. Bleah…

Il più grande d’Europa

Inizio del centro storico al Porto Antico

Il centro storico genovese è considerato il più grande d’Europa: si sviluppa nei caratteristici caruggi formando un complesso labirinto in cui non è raro perdersi. Alcune vie sono state celebrate nelle canzoni di De André, tra cui Via del Campo dove tuttora è custodita la sua chitarra.

SAVONA

Sono di Svvvooooona

Porto di Savona

Savona come Barcellona! I liguri, infatti, hanno lasciato traccia linguistica di sé nelle desinenze dei toponimi che finiscono in -ona, come Narbona, Barcellona e Savona. Non è ancora chiaro se questa antica popolazione fosse appartenente al ceppo indoeuropeo (strettamente imparentato con i Celti) o pre-indoeuropeo (e semmai ibridatosi in un secondo momento con in Celti); quel che è certo è che furono un’importante civilizzazione che si diffuse in Francia meridionale, Catalogna ed Italia del nord.

Se dici Savona dici Chinotto

Chinotto

A Savona fatevi un Chinotto! Eh si, perché questa è la città del celebre agrume e della gustosa bevanda icona del Made in Italy. In realtà la pianta, particolare specie variazione dell’arancia amara, diventa commestibile a seguito di un laborioso processo di lavorazione che prevedeva una lunga salamoia in acqua di mare e una bollitura. Anticamente, in città, non era raro trovare un liquore di chinotto veramente unico, che la protezione oggi accordata alla produzione savonese da Slow Food (associazione sorta a difesa delle produzioni tipiche e a difesa del buon gusto), dovrebbe consentirci di gustare nuovamente.

Fermi tutti!

Piazza Mameli

Ogni giorno alle ore 18 in punto al suonare della campana e con il fischio del vigile, tutti i mezzi ed i pedoni che si trovano in piazza Mameli si fermano come in un presepe, per ricordare i caduti di tutte le guerre. Il monumento con la campana, fu infatti ricavato dal bronzo fuso dei cannoni della prima guerra mondiale.

La città dei due papi

Papa Sisto IV

Originaria di Savona era la nobile famiglia dei Della Rovere che, fra le più influenti del Rinascimento, espresse ben due papi, Sisto IV e Giulio II. Il primo fece costruire una cappella in Roma, a lui dedicata: la Cappella Sistina. Il secondo, fu un importante uomo politico e di stato, che – come Papa guerriero – accrebbe l’influenza e i territori dello Stato della Chiesa. Occhio che a Savona potete trovare un’altra Cappella Sistina, l’unica a portare questo nome dopo quella in Roma!

Perché ‘Savona’?!

Savona dal lungomare

L’etimologia del nome Savona risulta molto incerta. Livio cita il termine Sauone definendolo “un oppidum nei territori dei Liguri Alpini”. Nel VII secolo si attesta il termine Saona. Se il termine fosse ligure-indoeuropeo si potrebbe trovare correlazioni sia con la radice *seu-” cioè “bagnato” o “umido”, sia con l’idronimo “Sava”, sia con il tedesco “sou” “umore”. Molto attendibile potrebbe essere l’ipotesi che fa derivare il suo nome dalla dea celtica Souconna e ad avvalorare questa tesi, oltre alle numerose similitudini tra le popolazioni liguri e quelle celtiche, vi è il fatto che ancora oggi nella lingua locale savonese la città viene nominata “Sann-a”. Secondo alcuni il termine sapone deriva proprio dalla città di Savona ma non esistono informazioni certe al riguardo.

Forse non sapete che…

il più fornito museo Apple al mondo

Situato in Piazza De André, all’interno nella vecchia darsena, è presente il più fornito museo Apple al mondo. La collezione comprende praticamente tutta la produzione di personal computer, periferiche, accessori e prototipi dagli albori dell’azienda fino ai giorni nostri!

Non solo Arlecchino e Pulcinella

Carnevale

Il carnevale di Savona, il cui corteo si snoda per le vie del centro storico, è molto sentito dai cittadini. La maschera tipica savonese è Cicciulin, creata nel 1953 dal pittore Romeo Bevilacqua e donata dallo stesso alla Campanassa. È l’unica maschera ligure iscritta nell’Albo ufficiale delle maschere italiane al pari dei più conosciuti Arlecchino, Pulcinella e Balanzone.

Bianca o gialla, è comunque buona

Farinata

Di che cosa sto parlando? Della deliziosa farinata savonese! La farinata bianca è la farinata tipica di Savona, che si distingue da quella genovese per essere preparata anziché con farina di ceci, con farina di grano; questo ingrediente rende la colorazione di questa pietanza bianca e non gialla.

Impara l’arte…e usala!

Pinacoteca

La Pinacoteca civica di Savona costituisce una delle più importanti raccolte d’arte dell’Italia settentrionale. Comprende dipinti, sculture, fra cui capolavori del Rinascimento, grandi pale seicentesche, maioliche bianco-blu famose in tutto il mondo e ceramiche.

Trasferiamoci a Savona!

Il quartiere Fornaci dal 2002 (ad eccezione dell’anno 2008) è Bandiera Blu per la qualità delle sue spiagge. Negli stessi anni, il vessillo è stato consegnato anche per la qualità delle acque, informativa, ambientale e dei servizi del porto turistico Vecchia Darsena. Inoltre Savona è al 20esimo posto in Italia nella classifica delle città dove la qualità della vita è migliore ed è prima in Liguria.

Fornaci

Avete preso appunti? La prossima volta interrogo!

Giovanna Vittoria Ghiglione

Don’t Be Buzzurro: gli eventi culturali tra Genova e Savona

“I giovani non si interessano mai alla cultura”, “Sono sempre chiusi in casa a giocare ai videogames”, “Ormai non c’è più il bagaglio culturale di una volta”…e bla, bla BLA! Vogliamo mettere a tacere una volta per tutte queste dicerie? È vero, a volte tendiamo a dedicarci ad altro, tra feste sulla spiaggia, serie tv che DEVONO essere guardate e Pokémon Go per la strada: ma noi giovani non siamo solo questo! (Si spera).

E allora, oggi è la giornata perfetta per non fare i buzzurri e mostrare un po’ di interesse verso gli eventi culturali della città, perché sono veramente tanti!

Ecco qualche suggerimento.

MOSTRE/EVENTI A GENOVA E DINTORNI

‘Suoni, voci e passi di danza in Strada Nuova’ – il 23/09/2016 dalle 17.00 alle 21.30 a Genova.

‘Fabrizio De André 1996-2016. Vent’anni di Anime Salve’dal 23/09/2016 al 25/09/2016 in via del Campo 29r.

‘Claudio Tozzi: nuova pittura figurativa e nascita della Pop Art 1967-1971’ – fino al 25/09/2016 al Museo d’arte contemporanea Villa Croce, via Jacopo Ruffini, 3.

‘Wildlife Photographer of the year’ – fino al 25/09/2016 al Museo Civico di Storia Naturale G. Doria, via Brigata Liguria, 9.

‘I piaceri del velo. Dal mezzaro genovese al foulard’ – fino al 02/10/2016 presso i Musei di Strada Nuova – Palazzo Bianco, via Garibaldi, 11.

‘Universo Greenaway/Greenaway’s Universe’ – fino al 02/10/2016 presso i Musei di Nervi – Galleria d’Arte Moderna, via Capolungo, 3.

‘Genova nel Medioevo. Una capitale del Mediterraneo al tempo degli Embriaci’ – fino al 09/10/2016 presso il Museo S. Agostino, Piazza Sarzano, 35r.

‘Alla scoperta del mare di Pietro Altovino’ – fino al 11/10/2016 presso il Galata Museo del Mare, Calata De Mari, 1.

‘Il mare sotto sopra di Renzo Bighetti’ – fino al 16/10/2016 presso il Galata Museo del Mare, Calata De Mari, 1.

‘Cambiaso & Noack’ – dal 25/09/2016 al 23/10/2016 presso il Museo Navale di Pegli, Piazza Bonavino, 7.

‘Polaroid ad arte. Giuliana Traverso e Attilio Mangini’ – dal 23/09/2016 al 23/10/2016 presso il Castello d’Albertis, Corso Dogali, 18.

‘Qhapag Nan – El Gran Camino Inca’ – fino al 30/10/2016 presso il Castello d’Albertis, Corso Dogali, 18.

‘Farhad Ostovani, SUITE N.1’ – dal 01/10/2016 al 01/11/2016 presso la Galleria Wolfsoniana, via Serra Gropallo, 4.

‘Aldo Mondino – Moderno. Postmoderno. Contemporaneo’ – Dal 24/09/2016 al 27/11/2016 presso il Museo d’Arte Contemporanea di Villa Croce, via Jacopo Ruffini, 3.

‘Alberto Issel tra pittura e Arti Industriali – Dipinti inediti per Genova (1870-1916)’ fino al 31/12/2016 presso i Musei di Nervi, Galleria d’Arte Moderna, via Capolungo, 3.

‘Fare l’Italia: il Risorgimento romantico ed eroico nei dipinti di Edoardo Matania’ – dal 14/10/2016 al 14/01/2017 presso il Museo del Risorgimento (Casa Mazzini), via Lomellini, 11.

‘Edo Timeless’ – fino al 19/03/2017 presso il Museo d’Arte Orientale Edoardo Chiossone, Piazzale Giuseppe Mazzini, 4.

‘Helmut Newton: fotografie. White Women / Sleepless Nights / Big Nudes’ – fino al 22/01/2017 presso Palazzo Ducale di Genova.

‘Andy Warhol – Pop Society’ – dal 21/10/2016 al 26/02/2016 presso Palazzo Ducale di Genova.

MOSTRE/EVENTI A SAVONA E DINTORNI

‘Stile Artigianato Food&Design’ – dal 30/09/2016 al 02/10/2016 presso la Vecchia Darsena e la zona portuale di Savona.

‘Alla scoperta del Priamar sotterraneo’ – il 14/10/2016 alle ore 20.30 presso la Fortezza del Priamar.

‘Simpaticamente…Leonardo’ – il 23/09/2016 alle ore 17.30 presso la Biblioteca Civica di Albenga.

‘Cromatismi in equilibrio’ – dal 23/09/2016 al 02/10/2016 presso il Castello del Carretto di Millesimo.

‘Progetto internazionale d’arte contemporanea e digitale’ – fino al 15/10/2016 presso la Biblioteca Civica Andrea Aonzo di Quiliano.

La cultura vi aspetta!!

La domenica è cinema! I film in programmazione tra Genova e Savona

Al sabato sera leoni e alla domenica….vabbè, ci siamo capiti. Si sa, il weekend è il momento perfetto per fare bisboccia, e con weekend si intende venerdì e sabato, ma la domenica? 

Prima di farti prendere dalla depressione post-sbornia e piangere tutte le tue lacrime pensando al lunedì che incombe inesorabile, valuta che cosa fare di costruttivo nella giornata di oggi. E le attività come triplo salto carpiato sul divano, lancio del coriandolo e corsa al frigorifero non sono accettate!

Potresti alzare quelle natiche e trascinarti al cinema, per esempio. Dai un’occhiata ai film in programmazione tra Genova e Savona, ne potrai vedere delle belle!

Buona visione!

GENOVA

Cinema Albatros – via Gio Batta Roggerone, 8 

  • Jason Bourne – U.S.A., 2016, Azione, Thriller; ORARI 16.15/21.00
  • Il drago invisibile – U.S.A., 2016, Avventura, Commedia; ORARI 14.15/18.15

Cinema America – via Colombo, 11 

  • L’estate addosso – Italia, 2016, Commedia; ORARI 16.00/18.00/21.00
  • Jason Bourne – U.S.A., 2016, Azione, Thriller; ORARI 16.00/18.30/21.00

Cinema Ariston – Salita di S. Matteo, 14

  • Un padre, una figlia – Romania-Francia-Belgio, 2016, Drammatico (128 min.); ORARI 17.30/21.15
  • Demolition: Amare e vivere – U.S.A., 2016, Drammatico, Commedia, (101 min.); ORARI 17.30/19.30/21.30

Cinema Cappuccini – Piazza dei Cappuccini, 1

  • La pazza gioia – Italia-Francia, 2016, Commedia, Drammatico, (118 min.); ORARI 18.00/21.15
  • Angry Birds: il film – Finlandia / U.S.A., 2016, Animazione; ORARI 16.00

Cinema City – via Carmagnola, 9

  • Il diritto di uccidere – Gran Bretagna, 2016, Drammatico, (102 min.); ORARI 17.15/21.30
  • Escobar – Francia-Spagna-Belgio, 2014, Drammatico, Thriller, (120 min.); ORARI 19.00/21.15
  • L’effetto acquatico: un colpo di fulmine a prima svista – Francia-Islanda, 2016, Commedia, Drammatico, Romantico, (83 min.); ORARI 17.00/19.30

Cinema Corallo – via Innocenzo IV

  • Independence Day: Rigenerazione – U.S.A., 2016, Azione, Fantascienza, (120 min.); ORARI 18.30/21.15
  • The Beatles: Eight Days a Week – U.S.A., 2016, Documentario; ORARI 16.30/19.00/21.30
  • L’era glaciale: in rotta di collisione – U.S.A., 2016, Animazione, (94 min.); ORARI 16.30

Cinema Odeon – corso Buenos Aires, 83

  • Alla ricerca di Dory – U.S.A., 2016, Animazione, (103 min.); ORARI 15.00/17.00/19.00/21.00
  • L’estate addosso – Italia, 2016, Commedia; ORARI 16.00/18.30/21.30

Cinema Ritz d’Essai – piazza Leopardi, 5

  • Io prima di te – U.S.A., 2015, Drammatico, (110 min.); ORARI 16.00/18.00/21.00

Cinema San Pietro – piazza Beata Paola Frassinetti

  • La pazza gioia – Italia-Francia, 2016, Commedia, Drammatico, (118 min.); ORARI 17.30/21.15
  • L’era glaciale: in rotta di collisione – U.S.A., 2016, Animazione, (94 min.); ORARI 15.30

Cinema Sivori – salita di Santa Caterina, 12

  • Tommaso – Italia, 2016, Drammatico, (97 min.); ORARI 17.00/19.30/21.30
  • Questi giorni – Italia, 2016, Drammatico, (120 min.); ORARI 17.00/19.00/21.15

Cinema Verdi – piazza Alfredo Oriani, 1

  • L’era glaciale: in rotta di collisione – U.S.A., 2016, Animazione, (94 min.); ORARI 16.00/18.00/21.00

Club Amici del Cinema – via Carlo Rolando, 15

  • La pazza gioia – Italia-Francia, 2016, Commedia, Drammatico, (118 min.); ORARI 15.30/18.30/21.00

Nuovo Cinema Palmaro – via Prà, 164

  • L’era glaciale: in rotta di collisione – U.S.A., 2016, Animazione, (94 min.); ORARI 18.00/21.00

The Space Cinema – via Magazzini del Cotone

  • Jason Bourne – U.S.A., 2016, Azione, Thriller; ORARI 21.00
  • Suicide Squad – U.S.A., 2016, Azione, Fantastico, (130 min.); ORARI 18.00
  • L’estate addosso – Italia, 2016, Commedia; ORARI 16.35/19.00/21.25
  • Fuck You Prof.! – Germania, 2015, Commedia, (115 min.); ORARI 15.20/21.40
  • Independence Day: Rigenerazione – U.S.A., 2016, Azione, Fantascienza, (120 min.); ORARI 16.15/18.55/21.35
  • Io prima di te – U.S.A., 2015, Drammatico, (110 min.); ORARI 16.10/18.45/21.20
  • L’era glaciale: in rotta di collisione – U.S.A., 2016, Animazione, (94 min.); ORARI 15.30/18.00
  • Man in the Dark – U.S.A., 2016, Horror, Thriller, (88 min.); ORARI 19.15/21.50
  • Alla ricerca di Dory – U.S.A., 2016, Animazione, (103 min.); ORARI 15.00/15.15/16.00/16.45/17.30/18.45/20.30/21.30
  • Trafficanti – U.S.A., 2016, Commedia, Drammatico, (149 min.); ORARI 16.30/19.05/21.40
  • The Beatles: Eight Days a Week – U.S.A., 2016, Documentario; ORARI 18.00/21.15

Uci Cinemas Fiumara – via Fiumara

  • Io prima di te – U.S.A., 2015, Drammatico, (110 min.); ORARI 14.20/17.15/20.05/22.40
  • L’era glaciale: in rotta di collisione – U.S.A., 2016, Animazione, (94 min.); ORARI 14.20/15.00/16.50/17.40/19.45
  • Man in the Dark – U.S.A., 2016, Horror, Thriller, (88 min.); ORARI 20.05/22.25
  • Alla ricerca di Dory – U.S.A., 2016, Animazione, (103 min.); ORARI 14.15/14.45/15.00/16.50/17.20/17.35/19.45/20.00/22.20/22.40
  • Trafficanti – U.S.A., 2016, Commedia, Drammatico, (149 min.); ORARI 13.00/16.45/19.45/22.45
  • The Beatles: Eight Days a Week – U.S.A., 2016, Documentario; ORARI 13.00/16.50/20.00/22.50
  • Escobar – Francia-Spagna-Belgio, 2014, Drammatico, Thriller, (120 min.); ORARI 20.00
  • Demolition: Amare e vivere – U.S.A., 2016, Drammatico, Commedia, (101 min.); ORARI 14.20/19.45/22.20
  • Paradise Beach: Dentro l’incubo – U.S.A., 2016, Drammatico, (87 min.); ORARI 22.45
  • Jason Bourne – U.S.A., 2016, Azione, Thriller; ORARI 14.10/17.00/19.50/22.45
  • Suicide Squad – U.S.A., 2016, Azione, Fantastico, (130 min.); ORARI 14.15/17.15/21.30
  • L’estate addosso – Italia, 2016, Commedia; ORARI 14.20/17.00/20.00/22.40
  • Fuck You Prof.! – Germania, 2015, Commedia, (115 min.); ORARI 14.20/17.05/20.00/22.45
  • Independence Day: Rigenerazione – U.S.A., 2016, Azione, Fantascienza, (120 min.); ORARI 14.10/17.00/19.50/22.10/22.45

SAVONA

Multisala Diana – via Giuseppe Brignoni, 1

  • Trafficanti – U.S.A., 2016, Commedia, Drammatico, (149 min.); ORARI 15.50/18.50/21.50
  • Io prima di te – U.S.A., 2015, Drammatico, (110 min.); ORARI 19.40/21.50
  • Alla ricerca di Dory – U.S.A., 2016, Animazione, (103 min.); ORARI 15.40/17.50/20.00/22.10
  • L’era glaciale: in rotta di collisione – U.S.A., 2016, Animazione, (94 min.); ORARI 15.40/17.40
  • L’estate addosso – Italia, 2016, Commedia; ORARI 15.40/17.50/20.00/22.10
  • Independence Day: Rigenerazione – U.S.A., 2016, Azione, Fantascienza, (120 min.); ORARI 16.00/19.00/21.40

Nuovofilmstudio – piazza Pippo Rebagliati

  • Uno di questi giorni – Italia, 2016, Drammatico, (120 min.); ORARI 15.30/17.45/20.15/22.30

Non restare imbambolato, corri al cinema!

L’estate sta finendo: idee per il weekend tra Genova e Savona

“L’estate sta finendo e un anno se ne va…” cantavano nel 1985 i Righeira per salutare la bella stagione. E adesso ci risiamo, ogni anno la stessa storia: a metà settembre si sente già incombere l’autunno con il suo primo freschetto. Ma c’è chi, come noi, non si vuole rassegnare alla fine dell’estate e tenta disperatamente di allungare la festa ancora un po’. Se sei dei nostri, quindi, dai un’occhiata alle idee per il weekend tra Genova e Savona!

EVENTI A GENOVA E DINTORNI

OKTOBER FEST – Fino al 25/09/2016

Fino a domenica 25 settembre 2016, presso Piazza della Vittoria, a Genova, torna ‘Oktoberfest 2016’, l’unica manifestazione ufficialmente riconosciuta dalle autorità tedesche fuori dai confini della Germania, organizzata dalla Birreria Hofbräuhaus di Genova.

L’orario di apertura del tendone gastronomico sarà dalle 17.30 alle 2 dal lunedì al venerdì, mentre il sabato e la domenica sarà possibile anche pranzare con l’apertura anticipata alle 12.

GENOVA SUMMER NIGHT – dal 16/09/2016 al 17/09/2016

Arriva la Genova Summer Night 2016, una serie di appuntamenti sul territorio genovese curati dai Centri Integrati di Via.

VENERDI’ 16 SETTEMBRE

CIV Sampierdarena – in via Barabino, piazza Modena, via Buranello e piazza Monastero, dalle 9 alle 21.30 verrà organizzato lo street shopping e, a partire dalle 21.30, la serata danzante con un concerto live di musica swing.

CIV Sarzano –  dalle 18.30 alle 23, “Piazza del Fico in musica” con musica dal vivo di vario genere.

SABATO 17 SETTEMBRE

CIV Molaxana – in piazza dell’Olmo e via Molassana, dalle 19 a mezzanotte si terrà “Molassana per Amatrice”, con degustazioni e animazione musicale.

CIV Genovino – in piazza delle Erbe e vico Notari, verrà organizzata la “Summer Night alle Erbe”: dalle ore 18 alle 23 aperitivo musicale e, a seguire,  l’esibizione dei “Reunion” (cover band dei Beatles).

CIV Riviera di Pegli – in piazza Rapisardi avrà luogo la “Pegli Summer Night”: per tutta la sera danza itinerante, animazione e laboratori per bambini e adulti.

CIV Quinto al Mare – La serata sarà dedicata all’iniziativa di street shopping “Quinto Summer Night… fai volare il tuo sogno”: in piazzale Rusca dalle 8 a mezzanotte, infatti, sarà presente il mercatino dei creativi; in via Filzi dalle 13,30 a mezzanotte un altro mercatino accompagnato dalla musica live, in piazzale Carristi dalle 14 saranno allestiti stand enogastronomici, mentre dalle 17 animazione musicale; presso il piazzale della stazione, infine, dalle 19 alle 20,30 si terrà la baby dance. Musica live a partire dalle 19 in via Gianelli.

CIV Borgo di Bolzaneto – in piazza Rissotto, dalle 8 alle 20 saranno allestiti il mercatino degli hobbisti, lo street food e lo street shopping. Concerto live a partire dalle 21.

–  CIV Ville storiche di Sampierdarena dalle 8 alle 20 sarà possibile partecipare all’evento “Centro storico di Sampierdarena in festa” che prevederà street shopping, mercatino degli hobbisti, animazioni per bambini, degustazioni e cucina tipica. Dalle 21.30, invece, si terrà il concerto de ‘I Trilli’.

CIV Borgo di Pré – La serata si svolgerà in piazza Marinelle con la prima iniziativa del programma “Uh belin che Pré”: un appuntamento di grande cinema, con la proiezione, alle 21, di ‘Little Miss Sunshine’.

LA SOIREE @ACQUARIO DI GENOVA – Sabato 17 settembre

Sabato 17 Settembre La Soirée Eventi organizzerà un suggestivo aperitivo in una location davvero particolare: l’Acquario di Genova. Tutto avrà inizio alle ore 19 presso la Nave Italia e continuerà fino alle 2 con la musica di Giovanni Carrara. L’ingresso è libero.

FESTA A SAN MAURIZIO AI MONTI DI RAPALLO –  Dal 17/09/2016 al 18/09/2016

Sarà una festa ricca di piatti tipici e specialità locali, quella di San Maurizio ai Monti di Rapallo, accompagnati da balli e spettacoli pirotecnici. A partire dalle 19 sarà possibile accedere agli stand gastronomici, dalle 21 il via alle danze e dopo le 22 i fuochi d’artificio.

I LOVE FOLK FOR EMERGENCY – I NEW GELSY IN CONCERTO IL 16/09/2016

Una serata all’insegna della musica della tradizione popolare per danzare accompagnati da circassi, bourree, mazurke, rondeaux, scottish e chapelloise. Oggi, venerdì 16 settembre a partire dalle 20,30 saranno ospiti dei Giardini Luzzati i New Gelsy per un concerto in favore di EMERGENCY.

La serata è ad ingresso libero e i fondi raccolti saranno devoluti ai Progetti della Sierra Leone.

 

EVENTI SAVONA E DINTORNI

NOLI ROCK CHAPTER vol. III – 16/09/2016

Venerdì 16 settembre in piazza Chiappella alle ore 21 si terrà il festival che ospiterà gruppi del panorama rock metal della Provincia di Savona. Esibizione dei Savona City Rocker, Machine Gun Kelly e Psycho Vandals.

MOSTRA DI MODELLISMO A FINALBORGO – Fino al 18/09/2016

La mostra, giunta alla sesta edizione e organizzata da Riviera Model Show, si terrà presso il Complesso Monumentale di Santa Caterina fino a domenica 18 settembre 2016 e avrà come tema il mercato biennale di modellismo statico e dinamico.

L’ingresso è libero.

LIVE & SHOW PER MILLEAMICI – 17/09/2016

Sabato 17 settembre si terrà l’evento conclusivo di ‘Milleamici’, un insieme di associazioni che, oltre a svolgere un’opera di sensibilizzazione sul tema della disabilità, raccoglie fondi per l’Unità Spinale Unipolare dell’Ospedale Santa Corona. L’evento si svolgerà in Piazza Vittorio Emanuele II, Piazza di Spagna, sul lungomare A. Migliorini e nelle principali vie del centro storico di Finalmarina.

Alle 22.30 è previsto uno spettacolo dei Pirati dei Carruggi, una formazione composta da comici di punta di trasmissioni di successo come Zelig, Colorado e Torta di Riso: Fabrizio Casalino, Enrique Balbontin, Alessandro Bianchi e Andrea  Ceccon.

In piazza di Spagna, inoltre, sarà installata una parete di arrampicata a cura dell’Associazione SuperGiù, mentre sul lungomare troveranno spazio numerose attività sportive con momenti dimostrativi e promozionali: mountain bike, baseball, scherma, tiro con l’arco e mostra di armi medievali, aikido, kung fu, basket in carrozzella, minibasket, minivolley ed altre.

DOLCISSIMA PIETRA – Dal 17/09/2016 al 18/09/2016

Il 17 ed il 18 settembre 2016 torna l’atteso appuntamento con Dolcissima Pietra a Pietra Ligure, nella Riviera Ligure. Si tratta di una manifestazione dedicata ai dolci ed ai vini da dessert, ed è unica nel suo genere in Liguria.

L’evento si svolgerà nelle centralissime Piazza San Nicolò, Piazza La Pietra, Piazza Martiri della Libertà, Piazza Vittorio Emanuele II (ex Rosselli) e Piazza Castellino, Via Accame e Lungomare Bado. Nelle vie del centro storico le attività commerciali diventeranno “Tappe Golose” con le vetrine a tema, creando un percorso goloso e profumato.

Attesi anche quest’anno moltissimi espositori, che arriveranno da ogni parte d’Italia per presentare le loro specialità.

VARAZZE OUTDOOR FEST – Dal 16/09/2016 al 18/09/2016

Anche quest’anno il Varazze Outdoor Fest si presenta al pubblico con conferme e novità uniche e imperdibili. Protagoniste saranno le attività legate alla scoperta e valorizzazione del territorio: trekking, mtb, parapendio, canyoning, tiro con l’arco, barca a vela, yoga e thai-chi all’aperto. Non mancheranno le esibizioni delle associazioni sportive locali con il tennis, danza, zumba, kravmaga, tennis tavolo, slackline, tiro con l’arco.

Sabato alle 14 partirà dal litorale Varazzino la finale italiana Del IV Voga in Riviera Campionato Italiano di Canoa Polinesiana a cura del Varazze Club Nautico.

Domenica 18 Trail Running Parco del Beigua, 19 km nella splendida cornice del Parco. Mentre alla sera nella cornice della Marina di Varazze si correrà la seconda VAZECRIT una gara con biciclette a scatto fisso senza freni, disciplina che ogni anno si sviluppa su un circuito Mondiale che comprende Milano, Londra e Barcellona.

Sabato sera alle ore 21, presso il Molo del Surf ,Vanni Oddera e il team Daboot si esibiranno in uno spettacolo di Freestyle accompagnati dallo spettacolo della Pirotecnica S. Antonio direttamente da “Tu si que vales” e a seguire la  Musica dell’Orizzonte di Varazze che per l’occasione si sposta in centro accompagnato dalla “Birra de Vaze”. Sempre nella Giornata di sabato sfileranno per le vie della città Sbandieratori, Arcieri e Tamburini in abiti Medievali.

Cosa state aspettando? Correte a prepararvi, gli eventi vi aspettano!

Folias: una cena danzata alla Corte del Re Sole

Grande interesse per la serata conclusiva della Rassegna L’Antico in Jazz, martedì 12 aprile h 19.30, Saloni delle Feste – Palazzo Imperiale, Piazza Campetto 8/A Genova. Lo spettacolo e la cena abbinata saranno dedicate alla Corte parigina del Re Sole. La rassegna ha visto succedersi sei appuntamenti strutturati come vere e proprie serate multi-sensoriali: cucina in tema con la serata e performances con immagini e narrazioni, ma anche incursioni in altre forme comunicative, con ambiti musicali che spaziano dal Medioevo al ‘900.

Nella serata dedicata al Re Sole la coreografa Letizia Dradi ricostruirà e danzerà alcune dei più celebri balli tratti da Le Bourgeois Gentilhomme di Molière e Lully, commedia-balletto composta per il divertimento del Re e della sua corte e rappresentata per la prima volta il 23 novembre 1670 a Parigi. Saranno inoltre eseguiti altri brani tratti dalla medesima opera, oltre che i Couplets de Folies di M. Marais, che danno il titolo alla serata. Interpreti sono l’Accademia degli Imperfetti con Maurizio Less – Viola da gamba, Marinella Di Fazio – Tiorba e chitarra barocca, Matteo Rabolini – Percussioni storiche. Partecipa inoltre l’Ensemble Percorsi di Musica Antica A Palazzo, espressione dei Laboratori del Progetto di Musica Antica nei Musei di Strada Nuova, progetto nato da una collaborazione con il Comune di Genova. Aneddoti, pettegolezzi e ricette per il Re saranno raccontate da Paola Pelissetto, docente di storia e filosofia presso il Liceo Scientifico Cassini.

Il costo della cena con spettacolo per soci e ospiti è di 25 euro, 20 per gli studenti muniti di tesserino e per i corsisti dei Laboratori.

Necessaria la prenotazione a prenotazioni@privilegio.org

Info 328 9461381 – info@imperfetti.it

Aggiornamenti su Facebook: Accademia Degli Imperfetti – Storia ed Eventi

10 curiosità dal mondo della musica

LO SAPEVATE CHE…

 

1. Michael Jackson ha scritto una canzone per i Simpson.

2. Il vero nome di Akon è Aliaune Damala Bouga Time Bongo Puru Nacka Lu Lu Lu Badara Akon Thiam.

Akon

3. Prima di diventare ‘The Beatles’ i cinque membri del gruppo erano soprannominati ‘The Quarrymen’. Dopo l’addio di due componenti e l’arrivo di George Harrisson, nascono finalmente i Beatles.

Beatle

4. Secondo una leggenda, il numero che segue ‘Blink’ nel nome della band sarebbe dovuto al totale dei ‘Fuck’ pronunciati nel film ‘Scarface’.

Blink

5. Adele ha frequentato la BRIT School For Performing Arts & Tecnology di Croydon, a sud di Londra, nella quale si è diplomata nel 2006 insieme ad altre due future star del panorama musicale, Jessie J e Leona Lewis.

Adele

6. Fino a qualche anno fa Ed Sheeran dormiva in metropolitana sulla Circle Line di Londra. “Finivo un concerto – dice – bevevo fino alle 5 del mattino aspettando che ripartissero i treni e dormivo in attesa del successivo concerto.”

Ed Sheeran

7. Beyoncé ha battuto Kanye West a ‘Forza 4’ ben 9 volte di fila.

Beyonce

8. La celebre canzone ‘Yellow’ si intitola così perché Chris Martin consultò le Pagine Gialle (‘Yellow Pages’) mentre le cercava un titolo.

Chris Martin

9. Avril Lavigne, cresciuta in una famiglia cristiana, si sente in colpa per le parolacce contenute nei testi.

Avril Lavigne

10. Justin Timberlake ha una particolare fissa: immergere i biscotti Oreo nel latte per esattamente sette secondi. Sette. Non uno in più, non uno in meno.

Alla prossima!

Justin Timberlake

Stay tuned!

Back To The 90’s

E così, a primavera ormai iniziata, torno a bomba a scrivere qualcosa…per non perdere il vizio. Oggi quello che voglio affrontare è un altro viaggio tra le canzoni ‘dimenticate’ (che poi non è mai così) e i tormentoni estivi che hanno segnato un’intera generazione, quella nata negli anni ’90.

Ma non perdiamoci troppo in chiacchiere e iniziamo subito con un anno che mi appartiene, il 1992. Non ricordo molto di quel periodo, per ovvi motivi, ma so che è stata scritta una canzone che per tutto quel meraviglioso decennio ci ha fatti ballare e innamorare. Sto parlando degli 883 con ‘Hanno ucciso l’uomo ragno’.

Ma a proposito di innamoramenti…. Eravamo ancora troppo giovani per sapere che cosa fosse l’amore, e forse neanche ce lo chiedevamo. Quindi, un anno dopo, nel 1993, ci ha pensato lui, Haddaway, con la sua indimenticabile (anche per me, lo ammetto) ‘What is love’. (Questo è il momento di alzarsi e ballare, vi do il permesso).

Sempre nel 1993 Max Pezzali e la sua combriccola di apparenti cazzoni, passatemi il termine, sono ritornati e hanno deciso di riprendersi il posto sul podio dei tormentoni estivi partorendo ‘Nord Sud Ovest Est’. Pezzo che, ancora oggi, in qualche bel locale (vedi Calabasciu), ci fa sognare e perdere la voce ogni sabato sera.

E parlando d’estate, si pensa indubbiamente alle feste in spiaggia, agli amici, alla birra. Qualche volta è Ichnusa, qualche volta è Tennetn’s (oggi sono in vena di pubblicità) e qualche volta è Corona…annata 1994. 

Piccolo scoop: sapevate che la donna che appare nei video dell’artista non è la vera cantante? Eh sì, si tratta di una frontwoman. Se volete approfondire la storia cliccate qui.

Un anno dopo, senza tanti giri di parole ma rimanendo nella musica Dance, se ne esce lui con questo capolavoro ignorante, tanto da finire come colonna sonora del film ‘Selvaggi’. Scatman John – The Scatman.

Adesso una canzone che è entrata negli annali di storia dei villaggi turistici. Se non c’è la Macarena, non c’è vita. (1996)

Lo so, lo so, gli anni ’90 sono pieni di musica Dance. Che ci posso fare? Quello era il mood, e finalmente possiamo vantarci di avere lei, Alexia e la sua ‘The Summer Is Crazy’ pronta a rappresentare l’Italia nelle peggiori discoteche. (1996)

Nella carrellata di musica anni ’90 che ha segnato le nostre vite ci vogliamo mettere anche Ricky Martin per favore? Eh, perbacco. Con le sue movenze ha sedotto molte di noi, sognatrici incallite e innamorate di qualsiasi pop star. (Fin quando non ti deludono dichiarando altre preferenze, è chiaro). E allora balliamocela, ‘Un, Dos, Tres, Maria’ (1997).

So che presentando la prossima canzone potrei essere banale, ma non posso farne a meno. Se non la mettessi ci sarebbe un buco che nessun’altra trashata anni ’90 potrebbe colmare. ‘Aqua – Barbie Girl’ (1997). Piccola nota: nessun bambino innocente poteva sapere che cosa dicesse questa canzone. Beata gioventù.

Ritorniamo in Italia, magari con una vespa. Possibilmente con a bordo Cesare Cremonini, grazie. Questa canzone non va neanche titolata. Dico solo 1999.

Da Bologna ci trasferiamo un attimo a Roma, e sempre restando in casa Italia andiamo a trovare Jovanotti che sta cercando di regalare ‘Un Raggio Di Fole…Sole’ alla sua fidanzata. Ancora mi chiedo come abbia fatto.

Entriamo di prepotenza negli anni 2000, visto che scorrono che è un piacere e troviamo un duo tutto al femminile che si dà da fare per essere sempre in vetta alle classifiche. Per un po’ ci riesce, soprattutto quando esce ‘Vamos A Bailar’, sto parlando di Paola e Chiara.

Nello stesso anno esce una delle prime canzoni francesi che credo di aver ascoltato per intero, all’inizio chiedendomi “ma che inglese è?”. Viso sbarazzino, ritmo incalzante, le radio non smettevano di proporla. Alizee – Moi Lolita.

Nel 2002 ormai eravamo tutti poliglotti e ci potevamo permettere anche una canzone portoghese tra le nostre infinite playlist. Arrivarono loro, i Tribalistas, con ‘Ja Se Namorar’ e basta, ci rimase in testa e nel cuore per sempre. E diciamocelo, a noi genovesi la somiglianza è subito giunta all’orecchio….”che simpatici questi portoghesi che parlan come noiatri.”

Abbiamo oltrepassato di poco gli anno ’90 e per questo mi fermo. Ma le chicche non sono finite.

Presto nuove canzoni da rispolverare, presto nuovi viaggi.

Stay tuned!

Giovanna Ghiglione

Sebastiao Salgado – ‘Genesi’: l’incanto del pianeta Terra

Proviamo a chiudere gli occhi e lasciamo che la nostra mente plasmi infiniti e vertiginosi spazi incontaminati, luoghi innocenti e puri in cui il tempo sembra essersi fermato secoli fa. Immaginiamo un mondo senza frenesia, senza lotte tra smartphone, senza social network, senza il computer di cui mi sto servendo per scrivere queste parole e senza i dispositivi che permettono a voi di leggerle. Pensiamo a come sarebbe surreale l’inesistenza di tutte le tecnologie da noi create e vantate. Immaginiamo immense e distese aree abitate liberamente da animali invece che dalle fabbriche e dai palazzoni. Parrebbe impossibile credere che, nel 2016, ancora esistano luoghi simili in questo pianeta che abbiamo fin troppo modellato a nostro “piacimento”, a tal punto da fargli perdere la sua forma originale. Eppure, dal 27 febbraio al 26 giugno, Palazzo Ducale a Genova apre le sue porte verso l’incanto della Terra. Non servirà chiudere gli occhi per vedere il mondo appena descritto: basterà semplicemente acquistare, ad un prezzo moderato, un biglietto per la mostra “Genesi” del fotografo brasiliano Sebastiao Salgado e si potrà viaggiare attraverso i continenti, alla scoperta delle meraviglie che la natura è ancora in grado di offrirci.

Sebastiao Salgado, grazie al prezioso aiuto di sua moglie Lélia, utilizza l’universale linguaggio fotografico per invitarci a smettere di inquinare acque, aria e terra con la nostra mano invasiva. Il nostro pianeta è la casa di tesori naturali, specie animali e antichi popoli da proteggere. La Terra è anche la nostra casa e, in quanto cittadini di questo mondo, dobbiamo rimediare ai nostri danni e preservare con amore tutti gli spettacoli della natura ancora contemplabili.

Un altro concetto caro a Salgado, riguarda lo stile di vita di antiche popolazioni che abitano in zone remote del pianeta. Per senso comune, tendiamo a considerare che le tribù indigene siano esclusivamente “indietro”. Non pensiamo ad informarci sulle loro origini, sui loro costumi, sui loro pensieri. Non importa chi siano quelle persone, perché sono e saranno sempre “indietro” e meno furbe di noi, perché sono rimaste ad una condizione di vita primordiale e selvaggia. Gli indigeni si arrangiano, non abitano il mondo comodamente come noi, non hanno i nostri sistemi politici, la nostra tecnologia, le nostre case, i nostri vestiti, i nostri libri, i nostri media, la nostra cultura. Ma davvero tutto ciò che abbiamo creato è un lusso, un vanto? È questo il grande quesito che si manifesta di fronte alle opere di “Genesi”. Non potrebbe essere ricchezza l’infinita diversità tra i luoghi e gli esseri che popolano la Terra? È ricchezza il luogo incontaminato o quello artificialmente ricostruito? È un pregio dominare la natura o subordinarsi ad essa?

Queste domande non avranno mai un’unica risposta definita che metta tutti d’accordo, però, nel frattempo, un grande artista ci invita a riflettere sulle questioni sollevate, chiamandoci alla solidarietà che può ancora salvare il pianeta.

Marta Massardo

Genova tra oriente e occidente: cena musicale durante i Rolli Days

Dopo una giornata d’incanto nei Palazzi svoltasi il 20 Marzo, le sorprese continuano nei Saloni delle Feste di Palazzo Imperiale, nelle sale affrescate da Luca Cambiaso, avvolti dai profumi delle spezie, dai racconti, tra le immagini e la musica.

Sabato 2 Aprile, alle 19.30, si parlerà di Genova Mediterranea, anche in riferimento alla mostra in corso al Museo S. Agostino: Genova nel Medioevo – una capitale del Mediterraneo al tempo degli Embriaci.

I racconti e le letture saranno condotti da Paola Pelissetto, docente di Storia e Filosofia presso il Liceo Scientifico Cassini e collaboratrice del Circolo Culturale Primo Levi di Genova, che parlerà della Genova delle Culture Mediterrannee, con particolare riferimento alla cultura sefardita, concludendo con un passaggio sulle spezie, cucina e profumi della Genova medievale. Immagini e musica dalla tradizione sefardita e cristiana nel medioevo saranno presentate dall’Accademia degli Imperfetti, con Jacqueline Trebitsch – canto, Maurizio Less – viella, Marinella Di Fazio – liuto medievale, Matteo Rabolini – percussioni storiche dal mondo.

L’appuntamento è il quinto de “L’Antico in Jazz”, rassegna i cui eventi si configurano come vere e proprie serate multisensoriali: cucina in tema con la serata e performances con immagini e narrazioni, ma anche incursioni in altre forme comunicative.

Il costo della cena con spettacolo per soci e ospiti è di 25 euro, 20 per gli studenti muniti di tesserino. Necessaria la prenotazione a prenotazioni@privilegio.org.

Info 328 9461381 – info@imperfetti.it

Aggiornamenti su Facebook: Accademia Degli Imperfetti – Storia ed Eventi

Martedì in Musica: vivere il Bauhaus

In un clima artistico-filosofico è andato in scena il Bauhaus Cafè, evento della rassegna Martedì in Musica, che il 15 Marzo dalle 19.30 ha fatto rivivere il Bauhaus nella cornice di Palazzo Imperiale a Genova.

L’istituto superiore di istruzione artistica che prende il nome di Bauhaus fu un’importante icona storica degli anni ’20 nella Repubblica di Weimar (Germania). La scuola divenne il polo centrale della cultura europea in quel periodo storico, ospitando personaggi del calibro di Klee, Kandinskij, Schlemmer, Feininger e Muche.

Grazie all’impeccabile direzione artistica di Marinella Di Fazio, docente di storia dell’arte e musicista, i presenti hanno potuto assistere ad un mix culturale paragonabile ad un viaggio nel tempo. La band Jazz 5unrise ha traghettato il pubblico nell’atmosfera musicale degli anni ’20/’30 rispolverando i classici americani e alternandosi con i racconti di Paola Pelissetto, docente di storia e filosofia, la quale ha magistralmente descritto la vita all’interno del Bauhaus: dalle feste che Walter Gropius, il fondatore, amava istituire, alla spiegazione delle meccaniche rappresentazioni teatrali di Schlemmer, passando per i laboratori di design, i colori, l’attaccamento alla “buona forma” e l’impatto dinamico della scuola nell’arte novecentesca, rappresentato dal filosofo Walter Benjamin con il concetto di modernità. Dopo una prima parte ricca di cultura, l’esperienza è continuata attraverso la cucina, assaggiando ricette tratte della tradizione tedesca di quel periodo storico.

Bauhaus Cafè è stata un’occasione fantastica per rivivere l’arte e la cultura europea degli anni ’20. Il prossimo appuntamento della rassegna sarà il 2 Aprile alle 19.30 presso Palazzo Imperiale a Genova e si intitolerà: Genova: rotte mediterranee tra oriente e occidente, in cui interverrà nuovamente Paola Pelissetto, insieme a Jacqueline Trebitsch (cantante) e i musicisti dell’Accademia degli Imperfetti. Grazie ad eventi di questo genere la cultura prende forma e comunica.

Andrea De Sotgiu