Welcome monday: gli eventi della settimana a Genova

Sì, il lunedì è il giorno più brutto della settimana: questa frase ormai è diventata un mantra per tutti noi, tuttavia, non bisogna lasciarsi convincere e affrontare la giornata con il piede sbagliato. Per questo motivo è bene motivarsi un po’ consultando gli eventi organizzati in città per i prossimi giorni.

 

 

 

  • Le sagre d’autunno sbarcano a Eatalyfino al 27/11/2016 presso Eataly Genova – La tradizione delle Pro Loco regionali arriva da Eataly con tanti piatti della tradizione, tutti da gustare.

sagre d'autunno

 

 

  • Black Friday nei negozi di Genova – il 25/11/2016 – Torna il ‘venerdì nero’ dedicato allo shopping pazzo: la tradizione arriva da oltreoceano, dove l’ultimo venerdì di novembre segna l’inizio delle spese natalizie. Nel capoluogo ligure saranno previsti sconti fino all’80%.

black friday

 

 

  • ‘Pop Society’: Andy Warhol in mostra a Palazzo Ducale – fino al 26/02/2017 – Siete ancora in tempo per andare a visitare la mostra dedicata a Andy Warhol, a 30 anni dalla sua scomparsa. 170 le opere, tra tele, prints, disegni, polaroid e oggetti provenienti da collezioni private. Cosa state aspettando?

andy warhol palazzo ducale

 

 

forte geremia

 

 

 

 

  • Ciocofantasy: cioccolato per tutti a Villa Bombrini – dal 26/11/2016 al 27/11/2016 presso Villa Bombrini di Cornigliano – Si apre alle 14 di sabato 26 novembre, e alle 10 di domenica 27. Si tratta di una grande fiera in cui verranno venduti prodotti di cioccolato di alta qualità, fino alle ore 20.

ciocofantasy2016

 

 

  • Gli Eiffel 65 per l’inaugurazione invernale del Sol Levante – il 26/11/2016 dalle 23.30 – Torna la stagione invernale del Sol Levante e per l’inaugurazione il nuovo staff ha pensato al gruppo che ha scritto la storia della musica dance italiana, maestri assoluti degli anni 90/2000: gli Eiffel 65.

 

 

  • ‘NataleAlMare’: Rapallo in festa – dal 26/11/2016 al 08/01/2017 a Rapallo – Rapallo si conferma capitale del Natale nel Tigullio. Anche quest’anno la località ligure sfodera la sua veste attrattiva ed accogliente, mettendo sul tavolo una lunga kermesse natalizia.

 

 

  • ‘Segreti di regine e regine di segreti’: la mostra a Palazzo Reale – fino al 19/02/2016 presso Palazzo Reale di Genova; da giovedì a sabato 11.00-17.00 / domenica e festivi 14.00-17.00 – L’esposizione sarà un viaggio dietro le quinte della vita di corte: dalla moda alle tradizioni, dai sentimenti alle vicende personali, tramite oggetti preziosi, di uso quotidiano, abiti e accessori.

 

 

  • ‘Perché no’ Marco Travaglio a Genova – il 21/11/2016 alle 21.00 presso la Sala Chiamata del Porto di Genova – Perché no – Tutte le bugie del referendum’, con la partecipazione di Giorgia Salari nei panni del ministro Maria Elena Boschi.

 

 

  • Van Dyck tra Genova e Palermo – fino al 26/02/2017 presso Palazzo Spinola di Genova – Per la prima volta verrà esposto a Genova un importante dipinto di Van Dyck, il Ritratto di Desiderio Segno, conservato presso Liechtenstein – The Princely Collections.

 

 

 

 

 

Dunque, sono riuscita a cambiare il sapore di questo triste lunedì?

Non dimenticate che potete ascoltarci quando e dove volete, anche dal vostro smartphone!

 

(Fonte: GenovaToday)

 

Giovanna Vittoria Ghiglione

 

Le sei curiosità che oggi devi sapere assolutamente

Anche oggi sono andata alla ricerca delle sei curiosità più interessanti del giorno, solo ed esclusivamente per voi amici di Campuswave Radio. Lo so, lo so: sono una vera amica. Ma che ci volete fare, sono fatta così: sempre alla ricerca dei modi più efficaci per sollevarvi il morale.

 

 

 

In Finlandia Paperino non è conosciuto. Vi starete chiedendo perché: il simpatico paperotto amico dei bambini è stato bannato dal paese perché sprovvisto sia di mutande che di pantaloni! Birichino…

 

 

 

La cenosillicafobia è la paura che il proprio bicchiere di birra sia vuoto. Conosco tante persone affette da questa patologia incurabile e scommetto anche voi.

 

 

 

Sapevate che il nostro cuore batte più di 100mila volte al giorno? A meno che tu non abbia un esame imminente, allora puoi anche raddoppiare, triplicare, quadruplicare…

 

 

 

Le unghie delle mani crescono 4 volte di più rispetto a quelle dei piedi. Ma ancora non si spiega perché quando ti metti lo smalto sul ditone, te lo ritrovi ancora lì sei mesi dopo.

 

 

 

Le donne sbattono le palpebre il doppio delle volte rispetto agli uomini. È tutta colpa del mascara, lo sanno tutti.

 

 

 

Il chewing-gum più antico della storia risale a ben 9000 anni fa. Un mappazzone insomma.

 

 

 

Soddisfatti? No, nessun rimborso!

Hasta la vista.

 

(Fonte: Curiosone)

 

Giovanna Vittoria Ghiglione

Le sei curiosità che oggi devi sapere assolutamente

Metà settimana è andata, dai, il venerdì non è poi così lontano. Ma nel frattempo fatti allietare questa cupa giornata di fine ottobre con le sei curiosità che oggi non puoi ignorare, come stai facendo con l’abbonamento alla palestra pagato a settembre. Pronti, via!

 

 

 

  • In media, ogni giorno nel mondo, 12 neonati vengono dati a genitori sbagliati. Ti stai chiedendo perché non assomigli a Zio Santuzzo come il resto della tua famiglia? Beh…

 

 

  • Secondo uno studio, i gorilla dormono 14 ore al giorno. Sì, sei un gorilla, lo abbiamo capito tutti qui.

 

 

  • E per restare nel mondo animale, dovete sapere che un bradipo impiega fino a due settimane per digerire quello che ha mangiato. Chissà che abbiocco!

 

 

  • La madre di Matt Groening, storico ideatore dei Simpson, si chiamava proprio Marge. Coincidenze? Io non credo.

 

 

  • I mammut si sono estinti perché sono morti di sete.

 

 

  • Sono almeno 13 gli americani morti per un’overdose di lassativo.

 

 

 

Andate in pace.

 

(Fonte: Curiosone.tv)

 

Giovanna Vittoria Ghiglione

Cosa mi metto stasera? Le cinque fasi che attraversa una ragazza prima di uscire

Parliamoci chiaro: il weekend è bello, ma se dobbiamo uscire me lo devi dire almeno 10 ore prima. Noi ragazze abbiamo moltissime cose a cui pensare, come alla disperazione che ci pervade quando apriamo l’armadio. Per quanto mi riguarda, uscirei anche in pigiama se la società mi accettasse. Purtroppo ho l’onere di vestirmi in maniera presentabile. Ma tutte noi, almeno una volta nella vita, abbiamo passato queste cinque fasi. Non dire di no…

 

FASE DELLA NEGAZIONE O DEL RIFIUTO

Ok, ti hanno appena detto che stasera si esce: nonostante l’anticipo di sole 5 ore, accetti ed entri subito in uno stato di fibrillazione mista confusione. Ti convinci che questa volta puoi farcela. Apri l’armadio con una certa fretta ma noti solo un’accozzaglia di colori che non esistono neanche in natura.  “No, vabbè, io stasera dormo. C’è pure Ulisse – Il piacere della scoperta, ciaone.” Poi ti ricordi da sola che hai vent’anni e non 57: devi uscire. Ma diventi bipolare: “esco, no non esco, ma si dai, però non ho niente da mettermi, vabbè l’importante è uscire, si ma sembro un culo.” Guardi l’armadio e rifiuti di essere tu la proprietaria. “Non è mio, ci dev’essere un errore! Mammaaaaaaaaaa”

 

FASE DELLA RABBIA

Dopo la negazione, la rabbia. Ti sei pentita di aver aperto l’armadio, manco fosse il vaso di Pandora, e adesso sono affari tuoi. In lontananza senti la voce di tua madre, che si sta godendo la scena, “ti avevo detto di fare un po’ di pulizia…” Lasci correre. Incurante del pericolo, inizi a frugare nella speranza di un’illuminazione, magari un regalo di Natale anticipato? La fatina dei dentini? La befana? Niente. Trovi l’abitino che hai indossato settimana scorsa che ti piace da morire ma che ormai hanno già visto tutti (tutti=le tue cinque amiche che ti trascini dall’asilo e qualche sconosciuto che non rivedrai più). Lanci anche quello. La rabbia ti sta raggiungendo il cervello, stai diventando verde e sai di non avere niente da abbinarci: ti stai chiedendo “perché proprio a me?”. Vorresti essere un uomo e uscire vestito ad canis cazzum.

 

FASE DELLA CONTRATTAZIONE O DEL PATTEGGIAMENTO

La rabbia ha preso il sopravvento per un attimo: torni in te e ti guardi intorno, la camera è un vero casino. Adesso basta, sei grande e vaccinata: puoi affrontare la situazione da vera adulta. Inizi a guardare i vestiti con tono di sfida, come se loro potessero prendere vita. Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a giocare ed è giunto il momento di trovare un accordo diplomatico con i vari indumenti che hai appena finito di lanciare in aria in preda al delirio. Ti senti come un giudice in tribunale: ti ritiri per deliberare (sotto la doccia).

 

FASE DELLA DEPRESSIONE

Torni in aula, cioè, volevo dire, in stanza e inizi a piegare i vestiti come una mondina inginocchiata nei campi. Ad un tratto ti parte pure la vena del canto popolare ma decidi di lasciare perdere perché a cantare fai proprio schifo. Sei disperata: ce la metti tutta, provi a restare calma e a tirare fuori qualcosa di decente, ma il viola con l’arancione e il verde pisello proprio non vanno d’accordo. Ad un certo punto, tra la maglietta del pigiama di tua sorella raffigurante Hello Kitty e il vestito di Tristezza che hai messo al Lucca Comic’s, ti appare il faccione di Enzo Miccio che ti prende a borsettate in testa e Carla Gozzi che vomita. Ti rannicchi per terra e inizi a dondolare aspettando che Teo Teocoli ti dica che sei su ‘Scherzi a Parte’.

 

FASE DELL’ACCETTAZIONE

Ti asciughi le lacrime e ti trascini nuovamente verso la torre di vestiti che hai cercato di riordinare invano. Di nuovo quell’abitino che ti piace ma che avevi lanciato manco il cappellino nel giorno del diploma. Rientri per un attimo nel circolo vizioso: è bello, mi piace – però l’ho già messo – ma sticazzi – però sembro noiosa – che palle – vabbè non esco – si dai esco – ECCETERA ECCETERA. Nel pensare questo inciampi sul paio di scarpe nuove che non hai mai messo: l’illuminazione. Corri in bagno a fare rifornimento di cerottini e te li infili in borsa. Euforica inizi a lanciare i vestiti per la gioia (tanto, ormai…).

 

Ok, il vestito c’è. Le scarpe ci sono.

E adesso come mi trucco?! 

 

 

Giovanna Vittoria Ghiglione

 

 

Le sei curiosità che oggi devi sapere assolutamente

Pensavate mi fossi dimenticata, eh? Invece no: ero alla ricerca delle curiosità più stravaganti e interessanti che circolano sul Web. Ecco quelle per la giornata di oggi che si è tinta di rosso per l’allerta e ci costringe a stare a casa. Ma con Campuswave non ci si annoia mai!

 

 

 

  • Secondo uno studio, avere amici di diverse culture e nazionalità stimolerebbe la nostra creatività.

 

 

  • La gravidanza degli squali può durare fino a 4 anni. Qui si che si può dire “è stato un parto!”.

 

 

  • Uno studio ha dimostrato che gli uomini mandano messaggi 39% in più rispetto a quanto fanno telefonate, mentre le donne il 150% in più! Beh, si sa: noi donne abbiamo il dono della sintesi. (Sì, è una battuta).

 

 

  • La giraffa si è estinta in 7 stati africani.

 

 

  • La Monna Lisa non ha le sopracciglia! (Moda anni ’50 o semplice dimenticanza?)

 

 

  • Dal 1980 ad oggi, il tasso di nascita di gemelli è cresciuto del 76%.

 

 

 

Hasta la vista!

 

(Fonte: Curiosone.tv)

 

Giovanna Vittoria Ghiglione