Futura Rapallo: quando gli insegnanti siedono ai banchi di scuola

Dal 30 settembre al 2 ottobre si è svolta una tre giorni dedicata alla scuola digitale e al futuro sottosopra nella cornice di Rapallo. Protagonisti dell’evento studenti e docenti.

Durante Futura Rapallo, Campuswave Radio ha avuto l’occasione di intervistare Monica Cavallini (responsabile del progetto “Scuola Digitale Liguria”) e Angela Maria Sugliano (professoressa universitaria di “Psicologia dei gruppi virtuali” e “Scrittura per i nuovi media”).
Le due professioniste hanno tenuto insieme una conferenza rivolta in particolar modo ai docenti, i quali hanno la necessità di digitalizzarsi per dare un’educazione più completa ai propri studenti.
Il progetto “Scuola Digitale Liguria” ha come scopo principale quello di realizzare una scuola di qualità e offrire strumenti e opportunità. Nasce nel 2016 ed è un progetto con la scuola, mai per la scuola.

Gli strumenti ideati nel primo anno di vita del piano sono stati:

  • L’osservatorio dei progetti innovativi, che funge da contenitore multimediale e favorisce la creazione di relazioni e confronti.
  • Una mappa georeferenziata grazie alla quale, anche le persone che non sono immerse interamente nel contesto scolastico, possono seguire il processo di innovazione tecnologica nel territorio ligure.
  • Un sito tematico.
  • Una community.
  • Un digital team.

Nel corso dell’ultimo anno si sono aggiunte altre azioni. Una di queste riguarda il bando per la formazione cognitiva FSE, senza però tralasciare lo sviluppo dei punti precedentemente trattati. La professoressa Sugliano ha illustrato l’uso di Thinglink, proprio di uno degli strumenti che cerca di supportare e accelerare la digitalizzazione scolastica. Thinglink è un software che permette all’utente di rendere le immagini interattive, in modo da creare lezioni ancora più interessanti.

È bene educare i giovani alla tecnologia, per imparare a gestirla e saperla usare con consapevolezza. Risulta fondametale, quindi, un progetto dedicato al digitale che istruisce prima i docenti (i quali ammettono di fare molta fatica a capire certi meccanismi, elementari per la generazione che istruiscono). Su Facebook è possibile trovare due gruppi dedicati al progetto:

  • Progetto Scuola Digitale (gruppo aperto)
  • Workshop documentazione didattica (gruppo chiuso)

Articolo di Silvia Frattini.